Dove fare le foto più belle di Firenze al tramonto

Vi siete mai chiesti da dove vengono scattate le foto più belle della città di Firenze al tramonto? Quelle foto che vedete sulle cartoline o sulle copertine delle più famose riviste di viaggi. In questo articolo vi parlerò di Piazzale Michelangelo, il punto panoramico più famoso da cui si può ammirare tutta la città di Firenze. D’altronde se gli hanno dato il nome del famoso artista del Rinascimento italiano ci sarà un motivo.

Come arrivare a Piazzale Michelangelo

Decido di regalarmi un weekend in Toscana. Arrivo alla stazione ferroviaria Santa Maria Novella di Firenze e mi precipito direttamente a Piazzale Michelangelo con la speranza di arrivare prima del tramonto.

Il piazzale è facilmente raggiungibile dal centro città sia con i mezzi pubblici che con un taxi. Si può percorrere il viale alberato chiamato proprio Michelangelo oppure salire a piedi le scalinate monumentali dette Rampe del Poggi da Piazza Poggi nel quartiere di San Niccolò.

Il nome del piazzale fu scelto dall’architetto Giuseppe Poggi che disegnò il progetto nel 1869 per celebrare Michelangelo e le sue opere. Disegnò anche la Loggia che domina l’intera terrazza e che avrebbe dovuto ospitare un museo con le opere del grande artista toscano. Attualmente nella Loggia si trova un ristorante che propone cucina tipica fiorentina.

Fotografare Firenze al tramonto

Appena arrivo mi trovo di fronte un grande parcheggio pieno di taxi, pullman, bancarelle che espongono i classici souvenir e ovviamente tantissimi turisti di tutte le nazionalità che hanno avuto la mia stessa idea. Mi avvicino ai muretti che circondano la piazza: che meraviglia! Basta affacciarsi e la vista è bellissima. Alla mia destra la Basilica di Santa Croce, l’Arno con i suoi famosi ponti tra i quali si distingue Ponte Vecchio con la sua architettura così particolare. Mi sposto verso il centro della piazza per poter ammirare Palazzo Vecchio, il Duomo di Firenze, la grande Cupola di Brunelleschi e il Campanile di Giotto che sembrano vicinissimi. Il sole del tardo pomeriggio fa risaltare i colori dei marmi bianco, rosso e verde che rivestono questi monumenti.

Sunset Photography Tip

Per ottenere foto di albe e tramonti con colori molto caldi, vai sul menu di ripresa della fotocamera e scegli Nuvoloso come bilanciamento del bianco. Premi il pulsante freccia destra per andare nel sotto menù e sposta il punto al centro della griglia di tre punti verso destra (su A3) ed in seguito premi OK. Quando hai finito di fotografare non dimenticarti di tornare alle impostazioni precedenti, altrimenti nelle tue foto successive il mondo sembrerà un po’ più caldo di quello che è in realtà.

Basilica di San Miniato al Monte

Decido di visitare la Basilica di San Miniato al Monte che si trova proprio sopra Piazzale Michelangelo. Dal cortile davanti all’entrata della Basilica si vede la campagna fiorentina e parte del centro storico di Firenze. Riesco a scattare qualche foto prima che il colore rosso nel cielo si attenui e venga sostituito dalle luci della sera.

Ho letto che la costruzione della Basilica iniziò nel 1018 e fu fondata dai Monaci Benedettini che vi abitano ancora oggi. La sua facciata è un bellissimo esempio di architettura romanico fiorentino. Il marmo bianco e il marmo serpentino verde di Prato, disposti in forma geometrica, ricordano le altre chiese di Firenze. All’interno della Basilica si trova uno zodiaco marmoreo risalente al 1207 sul quale ogni anno, durante il solstizio d’estate, un raggio di sole illumina il segno del Cancro.

Piatti tipici della cucina fiorentina

Rientro nel centro storico e decido di cenare. A Firenze le strade sono piene di osterie, trattorie, enoteche e ristoranti tipici. Tra le tantissime proposte della tradizione toscana scelgo un tris di primi: pappardelle al ragù di cinghiale, ravioli e pici cacio e pepe. Il tutto accompagnato da un buon bicchiere di Chianti classico e per terminare in dolcezza dei buonissimi cantucci con Vin Santo.

Vi consiglio una passeggiata dopo cena tra le vie meno affollate di Firenze per poter ammirare con più calma i monumenti illuminati nella notte fiorentina. Tutto ha un fascino diverso e merita essere assaporato.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: